ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA

PSICOLOGO MILANO

Il Binge Eating Disorder (BED) è un disturbo dell’alimentazione caratterizzato da una alimentazione incontrollata, ovvero da abbuffate.

Cos’è una abbuffata?

L’abbuffata implica il mangiare in un determinato periodo di tempo una quantità di cibo superiore a quella  che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso lasso di tempo e nelle stesse circostanze. Secondo il DSM IV-TR (APA, 2000) per parlare di abbuffata, oltre a tale definizione,  è necessario sperimentare la sensazione di perdita del controllo durante l’episodio. L’abbuffata ha quindi la peculiare caratteristica della perdita di controllo sulla quantità e qualità di cibo ingerito. Non è il semplice esagerare o eccedere nel mangiare che determina una abbuffata, ma il fatto che tale comportamento avvenga senza la piena consapevolezza, con la sensazione di non potersi controllare.

Il DSM IV-TR (APA, 2000) definisce inoltre un criterio temporale secondo il quale le abbuffate devono presentarsi in media per almeno due giorni a settimana per un periodo di almeno sei mesi.

Anche la bulimia nervosa è caratterizzata dalla presenza di abbuffate, ma presenta condotte di compensazione (vomito, lassativi, esercizio fisico eccessivo, digiuno…) che  nel BED sono assenti. Nel BED può esserci il ricorso saltuario a tali condotte o a diete, ma non sono un ricorrente comportamento messo in atto subito dopo un’abbuffata per riparare e riprendere il controllo della situazione e del peso. Manca quindi il circolo vizioso restrizione – abbuffata – condotte di compensazione. Anche nel BED vi è una evidente preoccupazione per il peso e per il proprio aspetto.

Durante gli episodi di alimentazione incontrollata vi è una evidente rapidità nel mangiare. Inoltre gli episodi non dipendono sempre dalla sensazione della fame, possono anche avvenire poco dopo aver mangiato. Si introducono quantità di cibo tali da sperimentare poi uno spiacevole senso di pienezza.

Le abbuffate inoltre possono ben presto avvenire di nascosto o comunque quando la persona è sola per evitare l’imbarazzo e la vergogna di essere vista. L’abbuffata infatti può portare a una gratificazione momentanea, che lascia però presto il posto al senso di colpa, allo sconforto e a un peggioramento dell’umore.

Nel BED il cibo diventa un veicolo per la gestione e lo sfogo delle emozioni che, anche se può dare l’illusione di una momentanea gratificazione, non fa altro che incrementare le emozioni negative. Spesso si associa ad altri disturbi psicologici, come la depressione, e a patologie fisiche derivanti dall’aumento di peso.

Dott.ssa Deborah Pravato

 

Primo colloquio informativo

Si propone un primo incontro gratuito in cui individuare la richiesta e comprenderla al meglio, mettere a fuoco gli obbiettivi di un percorso di sostegno e permettere di valutare serenamente la possibilità di intraprenderlo.

Modulo di contatto

Nome

Email

Richiesta

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.