STRESS

PSICOLOGO MILANO

Lo stress è una risposta di adattamento messa in atto per far fronte a richieste (STRESSOR)  proveniente dall’ambiente che possono essere di diversa natura (fisica, sociale, mentale, ambientale).

Iniziamo col distinguere stress acuti da stress cronici. I primi sono limitati ad un breve periodo di tempo, mentre lo stress cronico è di lunga durata e può comportare significative conseguenze  a livello fisico e psicologico.

Siamo di solito abituati a pensare allo stress come a qualcosa di nocivo (DISTRESS), ma esiste anche una forma di stress benefico: l’EUSTRESS.

    • Distress: gli stressor sono non voluti (lutto, incidente, malattia, licenziamento improvviso…). Il distress è negativo e provoca scompensi ormonali, ansia e tensione. Si ha la sensazione di perdere il controllo della situazione e di non riuscire a gestirla.

    • Eustress: gli stressor sono voluti (un colloquio di lavoro, un esame universitario, una promozione….). L’eustress è fisiologico e funzionale per raggiungere un obbiettivo, è l’energia che ci permette di affrontare la situazione e di avere una sensazione di controllo attraverso la mobilitazione delle nostre risorse.

Inutile dire che quando una esperienza è voluta induce reazioni differenti rispetto a una non voluta e stressante. Siamo inoltre più propensi ad associare lo stress alla presenza di eventi di vita negativi (lutto, licenziamento, divorzio…), ma lo stress è allo stesso modo l’esito di eventi positivi (matrimonio, nascita di un figlio, laurea…).

È importante sottolineare che quello che veramente rende un evento stressante non è l’evento in sé, ma la percezione che abbiamo di esso e della possibilità di mettere in campo le nostre risorse e abilità. Questo spiega le differenze individuali nella percezione dello stress.

A fronte di una richiesta la nostra risposta di adattamento attraversa 3 fasi:

    • FASE DI ALLARME in cui entriamo in uno stato di allerta. L’organismo si attiva e raccoglie tutte le energie per affrontare lo stressor.

    • FASE DI RESISTENZA in cui si cerca un adattamento allo stress che persiste.

    • FASE DI ESAURIMENTO. Spesso dopo un evento faticoso e stressante percepiamo un senso di sollievo. Se nella fase precedente abbiamo trovato la strategia per fronteggiare il fattore da cui origina lo stress, si raggiunge una fase di adattamento e il ritorno a uno stato di equilibrio. Se invece gli stressor persistono per troppo tempo, le nostre energie si esauriscono e attraversiamo una lunga fase di esaurimento che conduce a  uno stato di malessere fisico e mentale.

Lo stress porta a sintomi fisici attraverso cui il nostro corpo parla e ci comunica di rallentare. Per esempio possiamo sentirci frequentemente stanchi,  essere irritabili, sperimentare tachicardia, respirazione irregolare, squilibri nell’appetito, tensione muscolare, emicrania, problemi sessuali e difficoltà nel sonno. Può portare a veri e propri problemi fisici a seconda delle nostre vulnerabilità, come disturbi cutanei, ipertensione, problemi gastrointestinali.  A livello cognitivo potremmo avere difficoltà a concentrarci, a memorizzare e a prendere decisioni, essere in preda a preoccupazioni e pensieri negativi. Inoltre comporta un risvolto a livello emotivo di ansia o nervosismo, senso di solitudine, tensione e pressione.

Lo stress può essere infine associato a diversi disturbi psicologici tra cui la depressione, i disturbi d’ansia, i disturbi dell’alimentazione, i disturbi del sonno, i disturbi sessuali e  i disturbi psicosomatici.

Dott.ssa Deborah Pravato

Primo colloquio informativo

Si propone un primo incontro gratuito in cui individuare la richiesta e comprenderla al meglio, mettere a fuoco gli obbiettivi di un percorso di sostegno e permettere di valutare serenamente la possibilità di intraprenderlo.

Modulo di contatto

Nome

Email

Richiesta

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.